GIBBERISH

Il Gibberish è il linguaggio del “non senso”. Una tecnica, oppure se vuoi, una vera e propria arte tanto cara a Dario Fo.

Se osservi un bimbo che ancora non ha appreso il linguaggio puoi comprendere cosa sia il Gibberish, la tipica lallazione del bambino.

Il bimbo emette dei suoni, li modula, gli dà espressione ed enfasi usando anche il corpo, il viso prima di tutto, per lasciare che i grandi lo comprendano.

Nel Counseling e nello Yoga della risata questa tecnica, sostiene il praticante a stare nel presente, permette di lavorare con singoli clienti o con gruppi su diversi aspetti: la postura, la voce, le emozioni.

Inizialmente non risulta semplice tuttavia, se praticato con costanza, il Gibberish è in grado di allentare lo stato ansioso e ripetitivo della mente producendo un “vuoto creativo” dove poter “giocare”, riduce la tensione fisica ed emotiva, abbassa quel tremendo giudice interiore presente in ognuno di noi.

Adattissimo per i gruppi di lavoro delle aziende infatti, è un potente collante, sviluppa senso di collaborazione e capacità di risoluzione dei conflitti.

Nelle relazioni di coppia è un modo per ascoltare se stessi e l’altro, superando il limite del linguaggio comunemente parlato, e spesso frainteso. Attraverso l’amplificazione di un gesto, di un suono apparentemente senza senso, si può esprimere l’inesprimibile sbloccando, con rispetto e delicatezza, un momento di empasse che si sta vivendo singolarmente e/o nella coppia.

Quando ho scoperto il Gibberish anche io ho avuto delle resistenze a lasciarmi andare, tuttavia ho sentito ben presto il beneficio prodotto dalla sua pratica. Nel tempo è diventato un termometro vero e proprio in grado di misurare il mio grado di stress.

Hai mai la sensazione che le parole non bastano per raccontare a qualcun’altro cosa provi?

Il tuo corpo come trova le parole per spiegarti come sta?

Fai questo esercizio, se possibile, con l’aiuto di uno specchio: la mattina, prima di iniziare la giornata, visualizza tutte le azioni che farai e ripetile ad alta voce usando il Gibberish.

Ti invito a sperimentarlo! Non ci sono controindicazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...